DAYAL HARI

Filosofia Vedica

Dopo una lunga ricerca che lo ha portato ad affrontare uno studio delle principali religioni e filosofie, nel 2004 arriva a conoscere il Vedanta e lo Yoga restandone particolarmente affascinato. Subito dopo prova a praticare differenti tipi di yoga per trovare quello a lui più consono, studiando al contempo i testi classici e la filosofia. Nel 2005 resta folgorato dalla lettura della Bhagavad Gita ed inizia la pratica del Bhakti Yoga, sperimentando su di sé i benefici della meditazione sui mantra. Nel 2006 incontra Srila Bhaktivedanta Narayana Maharaja, Acharya appartenente ad un'ininterrotta successione di maestri in una delle quattro sampradaye Vaishnava riconosciute; prende diksha ed intraprende sotto la sua guida lo studio dei Veda, frequentandolo negli gli anni a venire tra Europa ed India. Nel 2008 riprende la pratica dell’Hatha Yoga, seguendo per alcuni anni le lezioni del maestro Gianni Garau. Dal 2010 ad oggi pratica Ashtanga Yoga con Nancy Galicia, affiancandola ed assistendola nella parte filosofica durante lezioni, workshops e seminari. Da otto anni tiene regolarmente conferenze e corsi sulla filosofia dello Yoga e del Vedanta, con letture e spiegazioni dei principali testi nel contesto del sapere millenario dei Veda, organizzando anche incontri con monaci ed esperti di filosofia. Attualmente prosegue l'attività di studio e ricerca nell'ambito della Tradizione Vedica, curando la formazione filosofica e teorica degli allievi della scuola.