Yoga per bambini

I bambini di oggi vivono in un mondo caotico: i genitori sono molto impegnati, la scuola li mette sotto pressione, le lezioni frontali sembrano incessanti, i videogiochi e le competizioni sportive li stancano. Di solito non si pensa a questi aspetti come stressanti per i bambini, ma spesso lo sono. Il ritmo dinamico della vita dei bambini può avere un effetto profondo sulla loro gioia innata. Dato che i bambini incontrano difficoltà fisiche, conflitti emotivi e sociali, la pratica dello yoga può essere molto preziosa per loro. Tale pratica consiste essenzialmente in tecniche di respirazione, linee di comportamento e di asana (posture fisiche).

Lo yoga per i bambini è tanto divertente quanto un gioco ed insegna loro a trovare l'equilibrio tra il corpo e la mente. Attraverso la pratica i bambini apprendono a conoscere meglio sè stessi ottenendo un grande beneficio a livello fisico, mentale ed emotivo.

Gli asana, o posture tipiche dello yoga, offrono benefici come una maggiore flessibilità della colonna, un rafforzamento di braccia e gambe e un grande apporto all'equilibrio emozionale, aiutando a superare insicurezza, paure e timidezza, nonchè favorendo capacità di concentrazione e rilassamento. I bambini iperattivi diverranno più tranquilli, mentre quelli insicuri e timidi impareranno ad aprirsi al mondo che li circonda, sviluppando un approccio positivo verso la vita e verso gli altri. La pratica li aiuta inoltre a migliorare la crescita sviluppando il tono muscolare, l'agilità, l'equilibrio, la flessibilità delle articolazioni, una buona postura (molto utile per correggere problemi come scoliosi, cifosi, ecc.) e il sistema immunitario.

La respirazione yogica o pranayama insegna ai bambini a respirare correttamente attraverso il naso e non con la bocca. Promuovere una respirazione profonda e diaframmatica piuttosto che una clavicolare e superficiale sarà estremamente benefico per il corpo ed il sistema neuro-vegetativo. Con il miglioramento della respirazione si avrà l'effetto di calmare la mente, poichè quanto più tranquillo, profondo e regolare è il respiro tanto più si avrà controllo dei pensieri e delle emozioni.

Anche la meditazione è una pratica benefica per i bambini, poichè li aiuta ad attivare l'immaginazione ed incrementare la memoria, migliorando la vita scolastica e la loro capacittà di apprendimento. Grazie ad esercizi mirati i bambini imparano a rilassarsi e ad affrontare lo stress o le situazioni conflittuali (problemi assai frequenti anche per i più piccoli, nella nostra società), sviluppando tranquillità interiore e serenità.

Tutti i bambini possono soffrire di qualche piccola alterazione emozionale, come paure, poca autostima, complessi, traumi, ansietà, malumore, mancanza di appetito, ribellione, mancanza di concentrazione o disordini del sonno; ma affinchè ottenga un equilibrio emotivo e mentale è importante che il bambino si liberi tutte quelle barriere che limitano lo sviluppo interiore e impediscono un'educazione corretta. L'autostima è la percezione emozionale che ognuno ha di sè stesso e si può definire come amor proprio o completa accettazione della propria persona a livello mentale e della propria personalità. È dunque importante che si aiutino i bambini a diventare coscienti delle proprie virtù e dei propri limiti, sviluppando la capacità di accettarli ed armonizzarli; solo così da adulti potranno sviluppare pienamente tutte le loro potenzialità.

Lo yoga è un'attività che non rappresenta alcun tipo di rischio per i bambini, infatti molti specialisti lo raccomandano e lo considerano compatibile con qualsiasi altra attività da loro svolta. La disciplina non conduce alla competizione nè tantomeno all'aggressività o all'egoismo (come avviene in altre pratiche), elemento importante per il progresso scolastico e l'integrazione sociale. I principi morali promossi dallo yoga come non-violenza, veridicità e sincerità, non rubare, autocontrollo, compassione, purezza e felicità sono valori positivi che hanno un effetto benefico in una prospettiva di coltivare educazione, rispetto, amore e valori umani nei bambini.

Lo psicologo J. P. Paredes afferma "Gli esercizi di yoga sono una stupenda strategia per fomentare l'interazione sociale tra gli studenti, poichè essendo una novità risvegliano l'interesse e la partecipazione degli alunni contenendo sempre un'intensa relazione tra mente e corpo". Nello yoga i bambini imparano a conoscersi, ad interagire con sè stessi e gli altri, a comunicare e a divertirsi grazie a un'importante componente ludica insita nella pratica stessa. Le posizioni capovolte, per esempio, sono un eccellente risorsa al fine di acquisire fiducia in sè stessi, rilasciare le paure e imparare a vedere il mondo da un'altra prospettiva.

A seguito di una consultazione con i genitori al fine di conoscere meglio il bambino, potremo disegnare delle lezioni personalizzate tenendo conto dei seguenti fattori:

- L'età;
- Le regolarità di funzioni fisiche come il sonno, la fame ecc;
- La capacità di movimento ed equilibrio;
- La personalità e il carattere;
- L'umore;
- La capacità di attenzione e di reazione agli stimoli esterni.

Nancy Galicia e Valeria Busalla hanno collaborato con la UP School di Cagliari, insegnando a circa 200 bambini dalla scuola materna alle elementari attraverso un innovativo metodo pedagogico; i bambini iniziavano la loro giornata scolastica con la lezione di yoga, attivando corpo e mente e preparandosi ad affrontare qualsiasi materia. I risultati ottenuti in questi 5 anni di yoga sono stati strabilianti, in termini di soddisfazione da parte di genitori e bambini nonchè di sviluppo fisico-motorio e di benessere psicologico ed emotivo degli alunni. Per questo crediamo che lo yoga sia un'attività consigliata per tutti i bambini e si possa praticare ovunque: la ricerca di equilibrio e di armonia costituisce una buona base per il loro futuro, in vista di una vita sana, serena e felice.